DSA computeriamo

17.04.2014 11:48

Il computer è un mezzo molto utile, è giusto che il bambino diventi suo amico fin dai primi anni della scuola elementare, sotto la guida di genitori o esperti si approcci al pc con giochi educativi o comunque iniziando a utilizzare alcuni semplici programmi. Con il tempo il bambino deve raggiungere un'autonomia sempre maggiore nell'uso del pc.

Naturalmente nei primi anni della scuola primaria non è ancora uno strumento compensativo, non è ancora necessario perchè per lo studio può essere guidato da un adulto e avere strumenti come la tavola pitagorica, tabelle con regole grammaticali... che lo aiutino nel memorizzare alcune cose.

Invece con il tempo, verso l'avvicinarsi della scuola media, quando il carico di studio inizia ad essere maggiore, ci sono software e strumenti che possono andare incontro alle loro esigenze. Ad esempio audiolibri, programmi per la creazione di mappe di studio, sintetizzatori vocali.. che potranno renderlo autonomo nello studio. Questo mezzo non è affatto da sottovalutare, spesso i ragazzi con disturbi dell'apprendimento abbandonano la scuola dalla disperazione, non riuscendo a reggere il carico. Al contrario se riuscissimo ad utilizzare nel modo giusto gli strumenti compensativi e naturalmente accompagnati da buoni insegnati forse questo problema dell'abbandono scolastico potrebbe essere abbattuto totalmente.

 

link utili per software di lavoro, mi raccomando presentarlo sempre come un gioco, affidarsi a specialisti  far si che i bambini divertendosi imparino a lavorare in autonomia

http://www.aidlombardia.it/risorse/software/elenco-dei-software

http://www.aiditalia.org/it/software.html

http://tuttiabordo-dislessia.blogspot.it/2010/05/mappe-concettuali-scaricabili.html

http://dislessia-passodopopasso.blogspot.it/2008/04/studio-con-mappe.html

 

 

 

 

La tua opinione è preziosa

Nessun commento trovato.

Nuovo commento