Attenzione genitori di bambini con DSA!

16.05.2014 17:16

Scrivo per rendere noto ad ancora più persone, soprattutto ai genitori di bambini a cui sono stati diagnosticati Disturbi dell'Apprendimento (per info sulla diagnosi vedi DIAGNOSI DISLESSIA qui sul sito).

L’ICD-10 (Classificazione Internazionale delle malattie, OMS, 1992) e il DSM-IV (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, APA, 1995) classificano la dislessia come un Disturbo Specifico Dell’Apprendimento (DSA) che riguarda il processo della lettura. Tale disturbo, così come gli altri DSA, è stato riconosciuto a livello normativo per la prima volta nel 2010 con la legge nazionale n.170 del 2010

Per i bambini e i ragazzi che frequentano la scuola e con una diagnosi di Disturbi dell'Apprendimento , è possibile richiedere all'INPS l'indennità di frequenza. Si tratta del corrispettivo dell'invalidità che si aggira attorno ai 300,oo euro e può essere utilizzato per supportare il bambino/ragazzo con interventi specifici per gli anni di obbligo scolastico.  Ecco il link della legge https://www.inps.it/portale/default.aspx?itemdir=614344
la regola è che venga riconosciuto questo sussidio poiché i Disturbi dell'Apprendimento vengono considerati disturbi permanenti, cioè che con il tempo non spariscono, ma riangono, anche se possono essere raggirati con strumenti compensativi.

 

Purtroppo però non tutte le ausl d'Italia riconoscono queste richieste, dipende dalle regioni, a questo punto però si può procedere con dei ricorsi che possono avere esiti positivi. Eccone alcuni esempi o link che potrebbero esservi utili:

https://it.paperblog.com/indennita-di-frequenza-un-ricorso-vinto-412798/

https://www.rossellagrenci.com/2011/06/01/indennita-di-frequenza-un-ricorso-vinto/

https://aidparma.wordpress.com/2012/03/03/vinto-un-altro-ricorso-al-tar-2/

https://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?f=5&t=9370&start=15

 

 

 

Indietro

Domande, commenti, confronto

Data 19.05.2014

Autore Simona

Oggetto R: R: informazione

Rispondi

Ma perché queste importanti informazioni su indennizzi ecc non vengono dati dalle Asl dopo aver eseguito i test e rilevato il disturbo ? Se si è' fortunati lo si viene a sapere x vie traverse!!!